Valutazione rischio incendio: attività sottoposte a tale obbligo

Considerato che il D.Lgs. 81/2008 obbliga ogni attività con almeno un lavoratore o equiparato alla nomina di almeno un addetto antincendio, a tal fine si necessita di valutare il livello di rischio dell’attività.

  
Il regolamento di prevenzione incendi D.P.R. n.151/2011 ha semplificato gli adempimenti prevedendo procedure diverse sulla base del rischio, quindi le attività sottoposte ai controlli di prevenzione incendi vengono distinte in tre categorie:


1. Attività a basso rischio: attività che non sono suscettibili di provocare rischi significativi per l’incolumità pubblica e che sono contraddistinte da un limitato livello di complessità e da norme tecniche di riferimento

2. Attività a medio rischio: attività caratterizzate da una complessità media e da un rischio medio, le attività che non hanno normativa tecnica di riferimento e non sono ritenute ad alto rischio.

3. Attività a elevato rischio: attività ad alto rischio e ad alta complessità tecnico-gestionale.
  

CMP Sicurezza & Privacy garantisce una consulenza specializzata per la valutazione del rischio nella vostra azienda e, grazie all’esperienza e alla professionalità dei suoi formatori, offre una formazione ad hoc destinata alla figura dell’addetto antincendio in linea con gli obblighi di legge D.Lgs. 81/08

 

CLICCA QUI PER SCOPRIRE I NOSTRI CORSI ANTINCENDIO RISCHIO BASSO, RISCHIO MEDIO E RISCHIO ALTO